Fox-2Fred Fox è stato premiato all'età di 97 anni con il Punto Award all'International Horn Symposium 2011 a San Francisco. Al simposio, Fred ha presentato una stimolante sessione mattutina sul suonare con precisione applicando il principio del "labbro sospeso" o del "colpo sicuro". Ha animato una tavola rotonda con i suoi colleghi di Hollywood Jim Decker, George Hyde, Alan Robinson e Gene Sherry. Il suo libro Elementi essenziali per suonare gli ottoni è stata una bibbia non solo per i suonatori di corno ma anche per altri suonatori di ottoni sin dalla sua pubblicazione nel 1974.

Fred è nato nel 1914 a Brooklyn, New York, e ha studiato violino prima di dedicarsi al corno. Si è laureato alla Juilliard e ha studiato con Robert Schulze, Joseph Franzl e Bruno Jaenicke. Fu primo corno nella National Symphony (1931-32), Minneapolis (1934-37) e Los Angeles (1944-46, dopo Alfred Brain), e poi corno solista con gli studi Paramount e RKO. Ha anche suonato con la Chautauqua Symphony (1934) e ha fatto tournée con Xavier Cugat (1954), Stan Kenton (1956) e la Roger Wagner Chorale (1965).

Una volta, quando Fred era il primo corno nell'orchestra di Minneapolis e Ormandy era il direttore della quinta di Tchaikovsky, la prova generale andò male e Fred fu chiamato in ufficio. Il concerto fu fantastico e tutta l'orchestra si chiese cosa gli avesse detto Ormandy. Ormandy disse loro: "Ho semplicemente detto che era bravo e di non preoccuparsi".

Fred ha insegnato alla University of Southern California, alla Music Academy of the West (Santa Barbara), al Pepperdine College e alla California State University di Los Angeles e Northridge. I suoi studenti includono Howard Hillyer, Henry Sigismonti, Hyman Markowitz e Richard Linenhahn, Daniel Katzen e Jim Thatcher.

Da quando si sono ritirati dal gioco nel 1969, Fred e sua moglie hanno viaggiato molto. Fred ha continuato a insegnare part-time perché gli piace, ma sebbene pratichi, "ha trovato la vita più interessante senza preoccuparsi del lavoro". Una prima esperienza ha influenzato la sua prospettiva. A una lezione nel 1930 con Bruno Jaenicke, Jaenicke gli disse: "Oggi abbiamo avuto un nuovo direttore nella Filarmonica, e ha detto me come formulare l'assolo del quinto corno di Tchaikovsky. È stato Wrongs. Mi sarei alzato e mi sarei dimesso dall'orchestra, ho abbastanza soldi, ma cosa farei? Sedersi accanto al caminetto e diventare un vecchio?" Fred decise allora che avrebbe "lasciato suonare il corno prima che mi lasciasse".

Fred ha contribuito con articoli a The Horn Call: “La chiave delle note acute sul corno” (febbraio 1971); “Suonare un semplice crescendo-diminuendo sul 'sol' medio” (maggio 1971); “Una formula 'suono' per la posizione della mano nella campana” (aprile 1979); “'Bull's Eye'” (aprile 1981); "Diminuzione di 'vongole', aumento del virtuosismo" (maggio 1998); e “1938 New York Philharmonic Horn Section” (febbraio 2009). Inoltre Elementi essenziali per suonare gli ottoni, ha pubblicato un libro di poesie: Caleidoscopio: le mille sfaccettature di un ottantenne, Everett Press, 1998.

Nella sua ormai "vecchiaia", Fred dice una preghiera ogni notte! Alza lo sguardo e dice: "Se qualcuno sta ascoltando, grazie per un'altra bella giornata!"

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente, incluso lo stato di accesso. Utilizzando il sito accetti l'utilizzo dei cookie.
Ok