kavalovskijCharles (Chuck) Kavalovski si è ritirato nel 1997 dopo aver servito come corno principale nella Boston Symphony Orchestra per 25 anni. Ha vinto questa posizione con un background insolito per un suonatore di corno: un dottorato di ricerca e una carriera in fisica nucleare, e suonando solo in ensemble da camera e orchestre comunitarie. Mentre insegnava fisica nucleare, decise che voleva vedere cosa poteva fare per una carriera come suonatore di corno, così prese e vinse diverse audizioni per il corno principale. Ha suonato il primo corno a Denver per un anno, durante il quale sono arrivati ​​i risultati di altre audizioni, incluso il primo corno nella Boston Symphony, posizione che ha preso la stagione successiva.

Chuck è nato nel 1936 a St. Paul, Minnesota, il maggiore di cinque figli di immigrati polacchi che volevano dare ai propri figli un'istruzione e una formazione musicale. Sua madre insisteva perché prendesse lezioni di pianoforte, cosa che lui odiava. Quando è entrato al liceo, sua madre ha comprato un corno in Fa singolo panamericano e ha detto che se avesse suonato il corno, avrebbe potuto smettere di suonare il pianoforte.

La sua formazione universitaria ha portato a un master in matematica e un altro in amministrazione aziendale, oltre a un dottorato di ricerca in fisica nucleare. La musica era principalmente un hobby, ma ha studiato privatamente con i successivi corni principali della Minnesota Orchestra: Waldemar Linder, Christopher Leuba e Robert Elworthy. In effetti, ha trovato un'alta correlazione tra scienza e musica, e lui ei suoi colleghi del Dipartimento di Fisica hanno formato un quintetto di fiati.

Chuck era nelle facoltà di fisica dell'Università di Washington a Seattle, dell'Università di Lowell nel Massachusetts, ora dell'Università del Massachusetts-Lowell (mentre svolgeva ricerche al MIT) e dell'Eastern Washington State College a Spokane. Ha insegnato corno alla Boston University e all'Università del Minnesota. Raccomanda una routine quotidiana per tutti i musicisti, compreso il dedicare tempo ai fondamentali, iniziando ogni giorno a imparare a suonare lo strumento di nuovo in modo che la tecnica non si deteriori.

"Sono stato fortunato ad avere due carriere", commenta. "Al giorno d'oggi, devi specializzarti. Amavo la fisica, ma volevo anche suonare il corno. Fortunatamente, sono stato in grado di fare entrambe le cose". È anche fortunato, dice, "ad aver avuto il miglior lavoro di corno negli Stati Uniti". La BSO ha la migliore sala, buoni rapporti tra direzione e orchestra (niente scioperi) e Ozawa è stato flessibile con gli orari. Chuck aveva voce in capitolo nell'assumere tutti nella sezione, ed erano ottimi colleghi. Boston è la "grande città più facile in cui vivere", l'orchestra ha le estati a Tanglewood e Chuck ha particolarmente apprezzato i BSO Chamber Players, un arrangiamento unico per i primi suonatori di sedia, che non suonano Pops. Boston ha anche una meravigliosa tradizione di atteggiamento pubblico che rispetta i musicisti tanto quanto, per esempio, i fisici.

Chuck è sempre stato disciplinato nella pratica, nello studio, nel lavoro e nel prendersi cura di se stesso. Consiglia ai suoi allievi di allenarsi, fisicamente, come un atleta. Poiché non aveva un'educazione musicale formale, la sua vera formazione iniziò sul lavoro a Boston. Ha ascoltato con attenzione i suoi colleghi dell'orchestra e ha beneficiato di manuali scritti per atleti olimpici e professionisti. Apprezza la capacità di "concentrarsi sul passaggio in questione mentre lo sto suonando, nota per nota, così intensamente che tutto il resto viene escluso".

La disciplina ha aiutato Chuck a riprendersi da una grave caduta dal tetto di casa sua, atterrando sulla sua testa. Non ha effetti a lungo termine, ma per diversi mesi era fisicamente debilitato e non poteva muoversi molto. Ha spinto il suo recupero, camminando prima che avrebbe dovuto essere fuori dal letto, per esempio, iniziando lentamente sul clacson ma poi aumentando il ritmo.

I membri della commissione per l'audizione della BSO non erano sicuri di voler assumere qualcuno con una laurea in fisica nucleare e poca esperienza orchestrale. Gli hanno chiesto di leggere a prima vista qualcosa e lui ha risposto che, se avesse vinto il lavoro, non avrebbe mai letto a prima vista per loro. Gli lasciano prendere il pezzo, esercitarsi per un'ora e tornare a suonarlo. Ha iniziato il suo incarico di BSO a Tanglewood e si è esercitato sul balcone del suo appartamento sotto la pioggia e il sole durante le settimane prima della serie estiva per prepararsi al tempo. Ha spiegato che ha vinto tutti i lavori che ha svolto e si è comportato così bene per anni alla BSO perché sapeva come studiare: era uno studente eccellente.

Da quando si è ritirato dalla BSO, Chuck ha registrato 14 CD di quintetti di Reicha con il Westwood Wind Quintet, fino a quando problemi alla schiena lo hanno costretto a ritirarsi di nuovo.

Chuck suonava più spesso un corno Geyer, Kruspe o Schmidt e talvolta un Paxman discanto. Quando è andato in pensione possedeva più di 20 corni, spiegando che un buon violino costava di più.

Chuck ha fatto parte dell'IHS Advisory Council (1994-1997) ed è stato un artista in primo piano in diversi workshop internazionali. È stato eletto membro onorario dell'IHS all'International Horn Symposium di San Francisco nel 2011. Le sue interviste sono apparse nei numeri di novembre 1976 e febbraio 1998 di The Horn Call.

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente, incluso lo stato di accesso. Utilizzando il sito accetti l'utilizzo dei cookie.
Ok