hornzonelogo.gif

 

 

 

 

Kyle Hayes, editore

Articoli di interesse da e per giovani cornisti. Coloro che sono interessati a contribuire alla HornZone dovrebbero contattare Kyle Hayes a hornzone@hornsociety.org.

Intervista a John Clark

Di Kyra Sims

Mi sono seduto con John Clark in una caffetteria nell'Upper West Side di New York in una giornata piovosa di febbraio. Abbiamo parlato di come suonare il corno in città, di avvicinarsi al jazz con il corno e del suo libro Esercizi per il corno francese jazz.

Leggi di più: Intervista a John Clark

La Scuola Italiana di Corno

di Luca Benucci

Il successo della Scuola Italiana di Corno e di insegnamento è dovuto al contributo di grandi solisti il ​​cui modo di suonare e insegnare è culminato in una scuola e uno stile di esecuzione speciali. Questi giocatori includono Rossari, Belloli, Righini, De Angelis, Baccelli, Samson e Bartolini. Oggi la Scuola Italiana si divide in tante filosofie tecniche ma tutte convergono in un unico ideale musicale.

Una filosofia, rappresentata da un importante cornista internazionale, Allesio Allegrini, si basa sulla bellezza del tono e sul virtuosismo ispirato ai grandi del passato e del presente come Luciano Giuliani e Domenico Ceccarossi.

La mia filosofia e il mio approccio mi distinguono da questi grandi: è una combinazione di tradizione e tecniche americane, mentalità in stile europeo (soprattutto tedesca) e pathos italiano, bel canto, oltre a un temperamento latino. La mia filosofia di insegnamento può essere riassunta in tre lettere: A (aria), B (ronzio e soffio) e C (canta/canta). Negli ultimi due decenni, grazie a Dale Clevenger e altri, il livello tecnico dei cornisti e degli altri ottonisti in Italia si è evoluto notevolmente.

Leggi tutto: La Scuola Italiana di Corno

Una nota dalla strada:

di Eric Reed

Gennaio 19, 2011

In tre mesi da quando mi sono unito al Canadian Brass, ho imparato così tanto! È stata un'esperienza straordinaria ed è un onore incredibile far parte di un gruppo che occupa un posto così leggendario nella storia della musica da camera. Da settembre, siamo stati sulle coste orientali e occidentali del Nord America e ovunque nel mezzo. Abbiamo trascorso una settimana in Venezuela e siamo diretti in Cina tra meno di una settimana! È difficile stare al passo con questo programma e mantenere una sorta di vita normale quando sono a casa a New York City. Ma come ho detto, ho guadagnato molto dall'esperienza finora, e mi piacerebbe condividere parte di questa prospettiva sulla musica da camera, i Canadian Brass e la vita come musicista con i lettori di HornZone!

Per saperne di più: Una nota dalla strada:

Preparati come un atleta

Il giorno della partita, un tipico atleta professionista si sveglia da una buona notte di sonno per consumare una ricca colazione seguita da una doccia calda. Successivamente si riscalda e si allunga prima di incontrare l'allenatore per essere fasciato e massaggiato. L'allenatore fa un discorso d'incoraggiamento all'avversario. L'allenamento incrociato dell'atleta consisteva in pesi, pliometria, yoga, sprint sul vento e corsa a distanza. Alla fine della giornata, l'atleta si scalda, si stiracchia, riceve un massaggio e un pasto abbondante e torna a casa per una buona notte di sonno.

Un tipico suonatore di corno, tuttavia, si sveglia il giorno di un concerto da una buona notte di sonno per mangiare qualunque cosa ci sia nel frigo. Probabilmente non fa un massaggio da un anno, se mai, e il conduttore non ha tenuto un discorso di incoraggiamento o un compositore in crisi. Il regime di allenamento incrociato del musicista ... beh, detto abbastanza lì.

Sebbene i musicisti siano atleti, non sempre si prendono adeguatamente cura del proprio corpo allo stesso modo degli atleti. Ecco tre elementi che i suonatori di corno possono imparare dagli atleti.

Leggi di più: Preparati come un atleta

accetto!!!!! Quindi cosa dovrei fare adesso?

di Jeff Bowman

Per molti anziani che suonano il corno delle scuole superiori, il momento clou dell'anno può essere essere accettati nel programma musicale di una scuola. Per me, questo era perché era stato messo così tanto lavoro nella preparazione per l'audizione. So che questo è il caso almeno per alcuni suonatori di corno, poiché hanno fatto domanda a più scuole di musica nella speranza di entrare in almeno uno di loro. Ma una volta che quel giorno arriva, sembra che un enorme peso sia stato sollevato dalle tue spalle. Ora, la domanda diventa: "cosa devo fare per prepararmi per tutte le lezioni di musica che prenderò?" La risposta dipende dal fatto che tu abbia o meno un background o un'esperienza precedente con la teoria musicale, l'ear training o il pianoforte.

Leggi di più: sono accettato!!!!! Quindi cosa dovrei fare ora?

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente, incluso lo stato di accesso. Utilizzando il sito accetti l'utilizzo dei cookie.
Ok